Pizzeria Ciarly Napoli Io e Margherita

Dal centro storico alla vista mare. Un passaggio già voluto da Gino Sorbillo, con la sua bella pizzeria in cui è quasi impossibile entrare. A Napoli, Vesi è uno dei nomi della tradizione di via dei Tribunali. Ora è l’alfiere della pizza di un certo livello, quella con farina di tipo 1 e materie prime frutto di grande ricerca sul territorio. Alessandro Borghese, premiando Giuseppe Vesi, ha detto che è “il pizzaiolo del futuro”.

Pizzeria Gourmet Giuseppe Vesi Io e Margherita

Il locale è delizioso e i dettagli sono estremamente curati, senza fronzoli. Il menu è un tripudio di storytelling, forse eccessivo. Non posso stare venti minuti a leggere tutta la storia: voglio arrivare subito al finale. E il finale è una pizza Margherita di grande qualità, con un impasto che forse si lascia masticare un po’ troppo. Ma i napoletani mostrano di aver superato la diffidenza verso le “cazzate” (come le chiamano) e, a giudicare della fila e del continuo ricambio di coperti, sembra siano caduti ormai sotto i colpi della seduzione gourmet. Una pizza che si mette sullo stomaco non piace più a nessuno, quindi le suggestioni “integrali” ben vengano.

Pizzeria Gourmet Giuseppe Vesi Io e Margherita

Leggi anche: 3 pizze da mangiare a Napoli fuori dai soliti schemi

  • 8.0/10
    COTTURA - 8.0/10
  • 7.8/10
    IMPASTO - 7.8/10
  • 8.5/10
    INGREDIENTI - 8.5/10
  • 8.5/10
    ASPETTO - 8.5/10
8.2/10

Leave a Reply