Io e Margherita Lievità Pizza Gourmet Via Sottocorno Giorgio Caruso

Immaginate via Sottocorno da ora in avanti. Ieri sera, sollevate le saracinesche del nuovo locale al civico 17, Lievità Pizzeria Gourmet ha inaugurato con un evento pubblico la stagione numero due. Due come gli Spicchi Gambero Rosso che si è vista aggiudicare quest’anno. La strada si è trasformata in una via Ravizza risorgimentale. Affollata, frenetica. Cappotti, bollicine e tanto appetito. Siamo a due passi da Corso Indipendenza, al centro del passaggio che da via Mameli porta in viale Premuda.

Io e Margherita Lievità Pizzeria Gourmet Via Sottocorno Giorgio Caruso

Lievità è guidata da Giorgio Caruso, maestro pizzaiolo di Caserta, 33 anni di puro talento. Per lui la pizza è il prodotto dell’unione imprescindibile tra acqua e farina macinata a pietra, l’epilogo felice di una lunga lievitazione. Materie prime e ingredienti di qualità superiore.

Sul menu sempre 18 pizze: ma l’occhio mi cade sulle quattro nuove Margherite (Pachino, Tigrata, Cosacca e Siccagno, che sostituiscono Gragnano, San Gennaro, Kumato e Lievità) e su ben cinque nuove gourmet estreme, tra cui spicca l’incredibile Crudo e Fichi (a crudo): prosciutto crudo di Parma 30 mesi, fichi sciroppati piccanti del Cilento e mozzarella di bufala affumicata. Un corteggiamento quasi perfetto per il palato, anche se non per tutte le tasche.

Io e Margherita Lievità Pizza Gourmet Via Sottocorno Giorgio Caruso

Io e Margherita Lievità Pizza Gourmet Via Sottocorno Giorgio Caruso

Io e Margherita Lievità Pizza Gourmet Via Sottocorno Giorgio Caruso

 

Le pizze inaugurali: una Margherita buonissima e una Corbarì spettacolare (con il pomodorino di Corbara a crudo). Birre fresche e stimolanti.

Aperta clamorosamente a due passi da casa, ci tornerò la settimana prossima per soccombere dolcemente sotto le virtù seduttive del carboidrato. Per il momento, godetevi il video di Giorgio Caruso che prepara le Corbarì.

Leave a Reply