Pizzeria P Lissone Io e Margherita Daniele Ferrara

Quante pizzerie ci sono a Milano e provincia? Secondo i dati di Pizza Village, 9.250. Per poterle testare e recensire tutte, dovrei mangiarne una al giorno per 25 anni. Finirei per vincere il premio “Best Foodblogger” ai Macchianera Internet Awards 2042 salendo sul palco dello IULM con le fattezze del maiale di un celebre album dei Pink Floyd, aiutato da un sollevatore mobile. Cosa non si farebbe per offrire ai propri lettori il più completo servizio editoriale sulle pizze in circolazione? A proposito di “circolazione”: siete pronti per uscire dalle solite, rassicuranti cinte dei Bastioni e farvi qualche chilometro di macchina per assaggiare delle pizze napoletane davvero stupefacenti? Io l’ho fatto, anche in difesa di quelli che da Cologno Monzese sono costretti a spingersi fino ai Navigli per una Margherita. C’è molta pizza buona immediatamente fuori Milano, alcune pizzerie aperte da poco, molti punti di eccellenza. Vediamo quali.

1 P

Pizzeria P Lissone Io e Margherita Daniele Ferrara

P è la nuovissima pizzeria di Daniele Pozzi e Daniele Ferrara. Il primo con 100 anni di storia di panificazione alle spalle, un punto di riferimento d’acqua e farina in Brianza. Il secondo un giovane talento già celebrato più volte su queste pagine, sin da quando ammaccava pizze alla Taverna di via Ripamonti, portando il nome della pizzeria a concorrere con quelle più note e celebrate di Milano. Aspettavo da tempo il ritorno sulla scena di Ferrara: la sua Margherita era tra le migliori in assoluto in città e adesso è tra le migliori anche fuori mura. La pizzeria è a Lissone (MB), già territorio di “Donn’Angelin” e “Atipico”, ma stiamo parlando di tutt’altro approccio. La meravigliosa attenzione alle materie prime e ai prodotti, la maestria di Ferrara e la digeribilità assoluta di una pizza leggera e saporitissima, autenticamente napoletana, fanno di questa P il punto di riferimento per l’intera provincia di Milano. Da provare assolutamente.

2 La Baita dei Sapori del Sud

La Baita dei Sapori del Sud Io e Margherita Garbagnate Milanese

La Baita dei Sapori del Sud è una pizzeria aperta da neanche una settimana a Garbagnate Milanese (MI). Di Cristian Romano, il pizzaiolo, sentirete parlare molto presto – a cominciare da quest’articolo. Perché è bravo e perché fa parte della cantera dei giovani(ssimi) artigiani del cornicione, interpreti della pizza napoletana con un occhio all’hashtag del momento: #digeribilità. Leggi la recensione completa.

3 L’Oro di Napoli

Umberto Calemme L'Oro di Napoli Pizzeria Gorgonzola Milano Margherita Pizza

Umberto Calemme, classe 1993, terza generazione di chef e pizzaioli, terzo classificato al Campionato Pizza DOC di Nocera nella categoria “Pizza Margherita STG”. Un giovanissimo innamorato della tradizione. Lavora nella pizzeria del padre, L’Oro di Napoli, una piccola trattoria a Gorgonzola (MI) con un televisore, tavoli marroni, mattonelle rosse e gialle, il solito poster di Sophia Loren, tanti autografi di personaggi famosi e un enorme e bellissimo forno a legna piazzato nel corridoio d’ingresso a dare il benvenuto alla clientela affamata. Leggi la recensione completa.

4 Enosteria Lipen

Enosteria Lipen Triuggio Io e Margherita Pizza

A Triuggio (MB) ci arrivate dopo una serie interminabile di curve, solcate da cartelli stradali dai nomi assurdi, come Peregallo e Concorezzo, e alcuni di stampo apocalittico, tra cui Arcore. Nel desolante panorama lombardo l’Enosteria Lipen è tra le due pizzerie “napoletane” – entrambe in provincia – che hanno portato a casa i Tre Spicchi Gambero Rosso. Leggi la recensione completa.

5 Donna Regina

Donna Regina pizzeria Bergamo Io e Margherita Recensione

A ottobre ha aperto questa pizzeria napoletana in via Campagnola, a sud di Bergamo, in un tranquillo crocevia a poca distanza dal decollo degli aeroplani di Orio al Serio. Donna Regina è un nome familiare ai napoletani, foriero di leggende e talloncino di piazze e musei. Seduto al tavolo scopro che il locale è certificato dalla APN, l’Associazione Pizzaiuoli Napoletani, il che significa che la pizza è preparata secondo il disciplinare di produzione del marchio STG. Leggi la recensione completa.

Leave a Reply