3 pizze napoletane da mangiare a Londra

Londra, una mattina di autunno. Bastano quattro passi tra Charing Cross e Victoria Station per rendersi conto che è in atto una “pizza revolution” nella capitale del Regno Unito. Il che vuol dire, a grandi linee, che oggi è possibile fare qualcosa di non immaginabile fino a poco tempo fa: mangiare una pizza napoletana con i controcazzi.

C’erano una volta Pizzaland e Pizza Hut. Croccanti e disgustose focacce lievitate in padella, ovvero lo standard qualitativo cui erano abituati i malmessi stomaci inglesi. Franco Manca è stato il primo, nel 1987, ad importare la cultura del forno e della lievitazione. Oggi la sua catena è apprezzata, come l’ottima – si dice – Pizza Pilgrims, ma non basta: Londra è la città più influente del mondo, cuore della moderna civiltà europea. Non può mica andare avanti soltanto a fish & chips?

E così, incuriositi, abbiamo fatto il tour londinese. Ci siamo spinti fino a Blackheath, sulla Southeastern Line, per mangiare da Bianco 43. Ci siamo inoltrati a sud del Tamigi, nella zona di Elephant & Castle, per osservare i pizzaioli di Fresco al lavoro. E poi, non contenti, abbiamo rincorso Michele Pascarella e il suo Napoli On The Road lungo i marciapiedi di Old Street, fra Angel e Moorgate. Cominciamo dal basso.

Fresco, Mercato Metropolitano (SE1 6DR)

Fresco è la trattoria-pizzeria di Alfredo Forgione, la stessa del lungomare di Napoli e del Vomero, alle pendici del Castel Sant’Elmo. Il forno a legna omaggia Halloween con delle orripilanti ragnatele che ti fanno passare l’appetito. Il pizzaiolo gioca con il disco di pasta lanciandolo in aria cinque volte in un minuto. Perché?

Londra Mercato Metropolitano Pizzeria Fresco Margherita

La pizza è un po’ bruciata su un lato, diciamo per una buona metà. L’impasto non è male, ed è ben lievitato, ma è quasi insipido. Pomodoro e fiordilatte sono decisamente sopra la media inglese. Il problema che ho con questa Margherita è che il cornicione crocca un po’, ma me ne farò una ragione.

Londra Mercato Metropolitano Pizzeria Fresco Margherita

Londra Mercato Metropolitano Pizzeria Fresco Margherita

Bianco 43 (SE3 9RQ)

London’s most authentic italian pizzeria, recita il menu. La storia di Massimo e Fabrizio, i fondatori di questa pizzeria tutta di legno con un bel forno a gas che assomiglia ad una tavernetta di pesce a pochi passi dal mare di Gallipoli, la trovate su Google. Noi pensiamo a mangiare.

Londra Bianco Pizzeria Blackheath Margherita

La pizza si mastica tanto, forse troppo. L’impasto è morbido, intendiamoci: non è croccante, ed è cotto bene. Ma mette a dura prova le mandibole. Il pomodoro è molto dolce e saporito, ma il fiordilatte è di trascurabile qualità: si addensa immediatamente, formando delle placche giallognole sulla superficie. Il conto è salatissimo, un po’ come la pizza. Per gli standard inglesi, è una manna dal cielo.

Londra Bianco Pizzeria Blackheath Margherita

Londra Bianco Pizzeria Blackheath Margherita

La migliore: Napoli On The Road

Michele Pascarella e Paolo Cimmino fino a poco tempo fa erano alla corte di Sartori. Inaugurato poco prima dell’estate, Napoli On The Road è il loro più recente progetto: un food truck dedicato alla pizza a portafoglio. Non ci sono sedie né tavoli neanche a pagarli, quindi mangerete in piedi. Ma mangerete una pizza straordinaria, di livello assoluto. Questa non è soltanto “una pizza che va bene per Londra”. È la migliore pizza a portafoglio di Napoli, e sticazzi se non siamo in via dei Tribunali.

Londra Napoli On The Road Michele Pascarella Pizza Margherita

Londra Napoli On The Road Michele Pascarella Pizza Margherita

Il cornicione è morbido, alveolato e profuma di legna. L’impasto è morbido, sapido, gustoso. La pizza ha una base sottile che si scioglie in bocca, umettata dal pelato di pomodoro San Marzano e dal fiordilatte intenso e filante. La Margherita è anche bella da vedere, cosa rarissima in una pizza a portafoglio. Il “canotto” di Michele e Paolo è un piccolo capolavoro, ed è quasi un peccato che poggi su carta da pane: meriterebbe un lucente vassoio in legno, o uno scintillante piatto in ceramica.

Londra Napoli On The Road Michele Pascarella Pizza Margherita

L’Apecar di Napoli On The Road non ha un indirizzo fisso: per rintracciarlo, seguite la pagina Facebook.

 

Leave a Reply